Requisiti per usufruire dell...

L'assegnazione di carburante ad uso agricolo avviene sulla base delle superfici e colture registrate nel Fascicolo Aziendale dell'azienda.

I requisiti per poter accedere al beneficio fiscale sono i seguenti:

  • essere titolari di Codice Fiscale o Partita I.V.A.;
  • essere iscritti alla Camera di Commercio nella sezione speciale delle Imprese Agricole o con codice di attività agricola o per lavori agricoli svolti per conto terzi nel caso di Imprese di Meccanizzazione Agraria;
  • avere la disponibilità di macchine ed attrezzature adibite a lavori agricoli così come previsto dall’art. 57 del Nuovo Codice della Strada (compresi bollitori e bruciatori) con esclusione dei motoveicoli, degli autoveicoli e delle macchine operatrici. Nel caso in cui le macchine necessitino di Libretto di Circolazione o di Certificato Tecnico, devono risultare immatricolate presso gli uffici della Motorizzazione Civile;
  • condurre ai fini agrari almeno un terreno agricolo di proprietà o in possesso sul territorio della Provincia Autonoma di Trento (fanno eccezione i caseifici e le Imprese di Meccanizzazione Agraria);

 

  • Per l'apertura e la gestione della domanda il soggetto interessato deve rivolgersi ad uno dei Centri Autorizzati di Assistenza agricola (CAA) in quanto organismi delegati da APPAG alla costituzione, gestione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale e delle pratiche di assegnazione carburante.
  • L’acquisto del carburante può avvenire subito dopo che il CAA di appartenenza ha concluso l’iter di assegnazione nel Fascicolo Aziendale dell’interessato. Per il richiedente è sufficiente contattare, tra tutti i distributori abilitati dalla Provincia Autonoma di Trento, il proprio fornitore di fiducia, comunicare il proprio CUAA ed il proprio "codice domanda" e ordinare il quantitativo necessario.
  • Si precisa che l’agevolazione fiscale sui carburanti ad uso agricolo, oltre ai controlli di APPAG è sottoposta ai controlli dell'Agenzia delle Dogane e della Guardia di Finanza, ed entro il 30 giugno di ogni anno deve essere obbligatoriamente presentata una dichiarazione di avvenuto impiego del quantitativo utilizzato, pena l'iscrizione nell'elenco delle ditte inadempienti (DLgs 26 ottobre 1995 n. 504).

Ultimo aggiornamento: 2017-10-31 09:42


Condividere